“L’Umbria non è la Toscana dei Poveri”!

Ciao a te che stai probabilmente bollendo come me in questa torrida giornata estiva.
Vorrei con questo articolo parlarti di una di quelle regioni maggiormente colpite dal grave terremoto di una anno fa, e ho richiesto l’affidabile parere di una importantissima testata giornalistica.

Risultati immagini per washington post

È una delle bibbie del giornalismo americano e internazionale, il Washington Post, che di norma non fa sconti a nessuno; tanto meno all’offerta turistica italiana spesso malandrina sui prezzi per i turisti stranieri. Quello che scrive il WP influenza tante famiglie, investitori e operatori turistici di lingua inglese. Ed è per questo che si rimane rapiti in un articolo straordinario che spezza una lancia in favore dell’Umbria e ridimensiona i più devoti al marketing; ovvero i toscani. Il titolo è già di per sé esplicativo: “In Umbria, the poor man’s Tuscany, you can live like a king“.

Risultati immagini per umbria

Tradotto, in Umbria, la Toscana dei poveri, si può vivere da re. Il giornalista è Anthony Faiola che precisa subito:

Quella Toscana dei poveri viene detto da chi non ha mai conosciuto l’Umbria veramente. Non è un posto ordinario l’Umbria: oliveti, poderi, vigneti, centro storici e agriturismo da sogno. Per quelli che definiscono l’Umbria una parte d’Italia che è la Toscana dei Poveri, dico che mi troveranno godendo “La Dolce Vita” in stile rustico al tavolo da pranzo di un vigneto umbro, mangiando pasta al forno con il tartufo innaffiato con un Sagrantino ben invecchiato… il tutto per la metà del prezzo che pagano gli altri a Firenze“.

Qualora fosse di tuo interesse, ti lascio qui l’articolo originale.

 

Il WP continua nelle lodi:

“La gamma in Umbria di offerte anche di agriturismo (oliveti, fattorie e vigneti disposti ad accogliere l’ospite affamato per poche ore o anche un paio di settimane) presenta il vero percorso verso il paradiso. Piccola grande meravigliosa Umbria… Se solo lo sapessero gli umbri… Sarebbe un paradiso vero dove si lavora e si vive alla grande.”

 

Dunque caro amico/a che mi stai leggendo da quella splendida regione…
La Volpe Spettinata è con te!

Risultati immagini per umbriatouring

 

Grazie per aver letto fino a questo punto, te ne sono davvero grato!
Ti ricordo che per conoscere le ultime novità, puoi seguirmi anche qui:

  1. Pagina FacebookLa Volpe Spettinata 
  2. Profilo TwitterVolpeSpettinata

E noi ci becchiamo ad un prossimo articolo! Ciao ciao!
La Volpe Spettinata.

Annunci

3 thoughts on ““L’Umbria non è la Toscana dei Poveri”!

Add yours

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: