Si può tenere una volpe come animale di compagnia?

Avete mai pensato di addomesticare una volpe? Avete pensato fosse impossibile? Ebbene vi sbagliavate. Infatti alla fine degli anni sessanta un genetista sovietico chiamato Dmitry K. Belyaev iniziò a sperimentare l’allevamento di questi esemplari e riuscì a fare qualcosa che per molti, fino a quel momento, era qualcosa di inaudito: addomesticò delle volpi.

Sono passati diversi decenni (più di 35 anni) e migliaia di esemplari, però il progetto prosegue e continua ad ottenere grandi risultati. Al giorno d’oggi infatti, grazie all’Istituto di Citologia e Genetica in Novosibirsk (Siberia), si ottengono volpi addomesticate, il cui comportamento può arrivare ad essere simile a quello di un cane. Non sono aggressive, si adattano agli spazi, sono intelligenti e rispondono agli ordini del loro proprietario. Però, come si fa ad addomesticare una volpe? Come si alleva? Si può comprare? In questo articolo condivideremo con voi le risposte ad alcune di queste domande.

volpe3

È molto importante fare la distinzione tra addomesticare e domare. Si possono domare molti animali selvaggi, per evitare che cerchino di ucciderci, però questo è semplicemente un comportamento appreso. Addomesticare in realtà significa cambiare geneticamente un animale con il passare delle generazioni. Ed è questo che è stato fatto nell’esperimento portato avanti dal dottor Belyaev. Escluse l’aggressività a favore della docilità. Entrambi i comportamenti hanno radici genetiche, che possono trovare radice nella neurochimica corporea e negli ormoni.

Negli anni 60, l’equipe di Belyaev raggruppò delle volpi argentate delle aziende di pelliccia siberiane e, attraverso varie decadi di studi, riuscì ad addomesticarle.Oltre all’allevamento, il processo implicò anche altri passi dell’addomesticamento come la cattura, l’isolamento in gabbie e la separazione del resto dei cuccioli. Le volpi non vennero allenate, ma invece si scelsero gli esemplari che presentavano i più alti gradi di docilità e si incrociarono per varie generazioni, fino ad arrivare ad una generazione che si dimostrò non essere per nulla aggressiva e il cui carattere era simile a quello di un cane.

Questo tipo di esemplare, per esempio, non fuggono e non attaccano e, anche se suona strano, possono essere abbracciati. Inoltre si fanno accarezzare e sono ottimi compagni. Se questi piccoli fossero liberati nuovamente nei campi freddi della siberia, non sopravviverebbero dato che sono stati selezionati in modo differente dalla selezione naturale.

Queste volpi, generazione dopo generazione, dimostrarono una crescente tolleranza nei confronti degli umani e andavano sviluppando tratti fisici comuni, come chiazze di pelo con macchie, orecchie cadenti, code corte e arricciate che, fino a quel momento, erano totalmente sconosciute nelle volpi selvagge.

volpe2

Diverse pubblicazioni affermano che negli anni 70 esistette una compagnia che vendeva queste volpi create in laboratorio. Ciò nonostante, esistono alcuni miti al riguardo e le opinioni  sono contrastanti. Alcuni sostengono che questi esemplari provenienti dalla Siberia finirono in un parco naturale negli Stati Uniti.

Al giorno d’oggi, nel paese a stelle e strisce, soprattutto nello stato dell’Indiana dove è presente un grande commercio illegale di animali esotici, alcune imprese dicono di vendere volpi adatte alla convivenza con le persone (delle specie grigia, rossa e dell’Artico), però nessuna di queste è stata addomesticata. A differenza degli esemplari siberiani, che sono animali da compagnia, quelli del nord America sono animali selvaggi.

Al riguardo dell’aggressività che questi animali possono mostrare, alcuni padroni affermano che esiste sempre un lato oscuro, dominante, nel desiderio di possedere animali esotici. È una convinzione molto mascolina e maschilista.

D’altro canto se l’esemplare non è stato addomesticato, adottarlo può essere molto pericoloso. Per questo è molto importante non dimenticare che l’addomesticamento è un processo genetico, non un processo di insegnamento.

Però non disperate. Se volete adottare una volpe addomesticata potete ottenerne una negli Stati Uniti per una cifra che oscilla intorno agli 8 mila dollari. Sembra che l’istituto di ricerca abbia sofferto un taglio ai finanziamenti e stia vendendo alcune delle sue creature. Grazie a ciò, potrete scegliere diversi colori e la loro adozione è perfettamente legale. Sono animali da compagnia, per tanto si abituano agli spazi degli umani in maniera molto simile a quella dei cani. Naturalmente, se decidete di adottarne una, è meglio tenerla in luoghi molto spaziosi e non di dimensioni ridotte, come può essere un appartamento. Hanno pur sempre un’attitudine molto attiva.

Risultati immagini per volpe

 

Grazie per aver letto fino a questo punto, te ne sono davvero grato!
Ti ricordo che per conoscere le ultime novità, puoi seguirmi anche qui:

  1. Pagina FacebookLa Volpe Spettinata 
  2. Profilo TwitterVolpeSpettinata

E noi ci becchiamo ad un prossimo articolo! Ciao ciao!
La Volpe Spettinata.

Annunci

2 thoughts on “Si può tenere una volpe come animale di compagnia?

Add yours

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: