Sinossi “I Simpson” 28×22 – “Dogtown” (season finale)

Ed eccoci così giunti all’attesissimo season finale di questa 28ª stagione della famiglia più colorata della TV!
Devo ammettere che essendo questa la prima volta che mi trovo ad analizzare episodi di serie TV, non mi ero mai reso effettivamente conto di quanto “The Simpsons” fosse una serie eterna… Provo a spiegarvi il perché.

Una cosa che ha sempre caratterizzato quella che non a caso è diventata la più longeva serie della TV, con tanto di Guinness World Record a certificarlo, è stata una non linearità della trama, una sorta di “noi andiamo avanti, non si sa dove arriveremo e dove ci fermeremo“, mantra questo che invece ha caratterizzato e caratterizza le altre due serie principali di questo blog: The Flash e The Big Bang Theory (e anche, piccolo spoiler, le altre 3 serie che andrò a recensire e che si aggiungeranno in estate a questa piccola lista); dicevo…
The Simpsons possiede sì una time-line assolutamente fedele alla narrazione (i personaggi morti ad esempio non è che resuscitano magicamente nell’episodio successivo), ma non ha una vera e propria fine: ha avuto il suo principio, trent’anni fa, ha una sua continuazione, ma non si sa quale sarà la conclusione! E soprattutto quando!
In maniere indicativa sappiamo che per ora la FOX ha rinnovato la serie per una 29ª e per una 30ª stagione, che farà così raggiungere quota 669 episodi, superando il record della serie western Gunsmoke. Ne avremo sicuramente ancora per molto tempo!

A conferma di quanto detto finora, adesso che andremo ad analizzare l’episodio, potrete rendervi conto di quanto questo sia “piatto” (concedetemi il termine) e di quanto non abbia fatti sconvolgenti, inaspettate rivelazioni o eventi che faranno partire il conto alla rovescia colmo di suspance in attesa dell’inizio della nuova stagione, nonostante sia l’episodio finale! Capite cosa voglio dirvi?
Semplicemente, un episodio come un altro.

 

Finita questa interminabile premessa (sì lo so, scusatemi) l’episodio si apre con una delle classiche marachelle di Homer, stavolta mentre si trova alla guida della sua scassatissima auto di colore rosa: per una serie di fortuiti eventi si ritrova in uno strettissimo vicolo e sbucano a pochi metri davanti a sé, il Piccolo Aiutante di Babbo Natale da un lato che rovista in una pattumiera e il vecchio Gil che qualcosa di poco diverso dall’animale sta facendo.
Indeciso fino all’ultimo istante, se investire un animale oppure un essere umano, Homer fa per salvare il primo, tirando appunto sotto il vecchio Gil.
L’indomani, la famiglia Simpson, lo va a trovare in ospedale tentando invano di dissuaderlo dal portare Homer in tribunale, convinto che questo incidente, mediante i rimborsi assicurativi gli farà avere una cospicua somma di denaro nelle proprie tasche, svoltando così la sua triste vita.

In tribunale però, niente va come il vecchio Gil aveva programmato e addirittura Homer e il suo cane vengono portati in trionfo.
Questo caso giudiziario diventa un vero e proprio fatto sulla bocca di tutti, sia dentro che oltre i confini cittadini e per cavalcare l’onda, il sindaco Quimby proclama Springfieldla città più a misura di cane d’America“.

Ben presto la situazione sfugge di mano agli abitanti visto che dopo pochissimo tempo sono praticamente costretti a rintanarsi nelle loro case, quasi barricati dal momento che i cani prendono possesso della città, portandola al degrado (come il veterinario Budgie aveva previsto).

the-simpsons-season-28-episode-22

Solo grazie all’intervento di Marge, che si prenderà la briga di fronteggiare il capobranco (Taquito, un delizioso chihuahua regalato a Milhouse per non aver bagnato il letto per una settimana di fila) e di scacciarlo, la situazione tornerà alla normalità.

E dunque nell’ennesimo episodio del genio Matt Groening, si può ammirare quanto questo “semplice” cartone animato sia fedele alla realtà: bisogna amare gli animali ma senza oltrepassare il limite morale.

Ci rivedremo dunque l’ultima settimana di settembre con la 29ª stagione!
La vostra Volpe Spettinata.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: