Recensione “La Bella e La Bestia”!

Buongiorno a tutti!
Volevo quest’oggi portarvi quello che è il mio parere sul film che ha fatto tanto parlare di sé nell’ultimo periodo: La Bella e la Bestia.
Vi chiederete perché farlo ora e non farlo prima; vi chiederete perché non battere il ferro finché caldo; ebbene, semplicemente perché visto l’alto tasso di spoiler contenuti nell’articolo sottostante, ho preferito aspettare che addirittura non fosse più in programmazione nelle sale per fare in modo che la “sorpresa” non venisse rovinata a nessuno.

E dunque cominciamo!
In un’epoca dominata (no, tranquilli, non ho intenzione di fare una diatriba filosofica) dall’apparire, è sempre bello vedere un film che ci ricordi come la vera bellezza si trova dentro di noi. Secondo me i film sono un mezzo potente per trasmettere un messaggio, per questo spesso ci teniamo tanto a creare qualcosa che abbia uno spessore: per poter affermare che non abbiamo soltanto messo insieme dei fotogrammi, ma ci abbiano lasciato qualcosa. Per questo La Bella e La Bestia resta comunque uno dei classici Disney più importanti: ci mostra questa ragazza indipendente, che crede nell’amore ma non lo cerca, non ha bisogno di un fidanzato ricco per cambiare la sua vita, a lei bastano i suoi libri e la sua immaginazione per viaggiare e trasformarsi. Lei non ha paura di non adattarsi, sebbene una parte di lei si domandi come mai venga additata come “strana” dal resto del villaggio. In questo Belle resta rivoluzionaria.
E tutto questo è stato trasportato direttamente nel live action in maniera fedele, se non addirittura ancora più approfondita.

beauty-and-the-beast-disney-emma-watson-gif-Favim.com-4469427

La Belle di Emma Watson ha mantenuto il carattere gentile ma distratto, l’irriverenza nei confronti di chi vuole costringerla in panni non suoi – quelli di moglie e madre di un uomo che secondo tutti dovrebbe desiderare, ma che proprio non si adatta a lei e non ha paura a dirlo – e si vede tutto l’amore che l’attrice prova per questo personaggio. In più, la sua Belle, a detta di altri, è addirittura più coraggiosa e ardita di quella del cartone (che ci tengo a sottolineare, non ho mai visto) rendendola in qualche modo una versione più moderna dello stesso personaggio. Belle si sacrifica per salvare suo padre, e promette di scappare. E non si limita a prometterlo, mette in atto un vero e proprio – seppur semplice – piano per farlo. Perché aveva fatto una promessa a suo padre, e soprattutto perché nessuno può tenerla prigioniera, che sia chiedendo ripetutamente la sua mano o rinchiudendola in una prigione.
La Bestia… Che cosa dire? Io le critiche a Dan Stevens non riesco ad accettarle. Né a lui, né quelle mosse a Emma: se non vi piace come recitano bene, ma non potete dire che non sono abbastanza belli per interpretare questi personaggi, suvvia, ma la morale del film l’avete capita?!
In più, l’attore è riuscito a trasporre sulla pellicola il carattere prima aggressivo e in seguito timido della Bestia, con quelle battutine quasi buttate lì a caso e quello sguardo gentile che vi colpirà persino nei suoi momenti apparentemente peggiori. Gli ha dato spessore, un tocco di originalità, senza tuttavia snaturarlo. E poi, avete visto che occhi e che espressioni?

tumblr_ogmzf0yNIB1st0dt8o1_500

Un altro personaggio che è stato un vero successo? Gaston, interpretato da Luke Evans. Personificazione di odio e pregiudizi, di una mentalità antica che condivide con il resto del villaggio, Evans è riuscito a incarnare perfettamente l’anima di Gaston, la sua aria di superiorità mista a un elemento comico che ve lo farà amare nonostante tecnicamente lui sia il villain del film.

soup

Vediamo Belle e la Bestia stringere una vera amicizia, pian piano, quasi senza volerlo. Mi è piaciuto che gli abbiano dato più dialoghi, che gli abbiano dato più elementi in comune, cose di cui parlare, e a un certo punto di dimentichiamo quasi che lei sia sua prigioniera e che lui sia ricoperto di pelo e che abbia le corna, perché quello che vediamo sono due personaggi che, a causa di circostanze diametralmente opposte, si ritrovano a essere entrambi due emarginati e questo permetterà a entrambi di aprirsi l’uno con l’altra. Ho apprezzato particolarmente questo aspetto perché da bambini accettiamo di vedere due personaggi animati innamorarsi nel giro di mezz’ora, ma da adulti probabilmente ci riesce più difficile credere che sia possibile, no? E loro invece sono riusciti a superare il problema.
E non dimentichiamoci di loro, gli abitanti del castello, che mostrano di provare vero e proprio affetto nei confronti del principe. A prima vista potrebbe sembrare che vogliano che lui e Belle si innamorino solo per spezzare il maleficio, e invece sono rimasto colpito quando ho realizzato che tutti, da Lumière a Tockins e persino personaggi secondari come Spolverina, desiderino anche che il loro principe ritrovi la felicità che gli è stata strappata ben prima che la maga li maledicesse.

cxn0ch0twuvwebebikll

In genere non ci faccio molto caso, ma stavolta era inevitabile: anche gli effetti speciali sono stati all’altezza del film. Diciamo che il 90% di tutto era fatto al computer, eppure non possiamo dire che i personaggi fossero per questo meno reali, a partire da Lumière e Tockins che sicuramente sono stati due dei personaggi più importanti della storia, con le loro battute e il loro impegno verso la causa del vero amore. Probabilmente se non fosse per loro, non saremmo qui a parlare di come Belle si innamorò di una Bestia.
Miglior storia d’amore secondaria: quella tra Maestro Cadenza e Madame Guardaroba. Da pianoforte e armadio ci hanno strappato tanti sorrisi (lui che suona nonostante il mal di denti e lei che crea abiti improponibili) e da umani… lascio giudicare voi.

giphy

Ho amato come siano riusciti a legare Belle e la Bestia raccontando di come entrambi abbiano perso la madre, e come questo sia stato il vero elemento ad avvicinarli. Hanno subito entrambi una perdita, ma Belle ha avuto accanto a sé un padre amorevole mentre la Bestia è stato cresciuto da un padre crudele, e questo li ha resi diversi.
All’inizio ho creduto che la scena in cui lui la porta a Parigi fosse un po’ fuori luogo, ma mi sbagliavo: non solo serve a fornirci un dettagli sul passato della famiglia di Belle, ma dimostra ancora di più come egli sia perfetto per lei. Lui non ha paura del fatto che sia una ragazza amante dei viaggi e della libertà, e anzi la incoraggia.

la-bella-e-la-bestia-gaston-letont-live-action

Analizziamo ora la famosa scena gay. Mi vien da ridere a pensare a tutti quei bigotti che hanno censurato il film nel loro paese per una scena così innocente. Tutto è così sottile che, basta un battito di ciglia per perderselo. Ma come potete privare i vostri spettatori della vista di LeTont?
Tanti applausi a Josh Gad, che è riuscito a esprimere esattamente la confusione del suo personaggio, che un minuto prima vorrebbe essere Gaston e quello dopo farsi Gaston, e a dargli un pizzico di simpatia senza mai cadere nel ridicolo.

Sono riusciti a farmi venire il magone nel finale, quando sembra che la Bestia sia morta e che tutti si siano trasformati in oggetti inanimati. Sono stati crudeli, sembrava quasi impossibile che quel candelabro così umano o quell’armadio cantante improvvisamente fossero destinati a tacere per sempre, ma ovviamente era solo un pretesto per tenerci col fiato sospeso un secondo di più e alla fine tutto si è risolto per il meglio.

Davvero un ottimo film da parte della Walt Disney Pictures, del resto, come ci ha ormai abituati!
La Volpe Spettinata.

Annunci

6 thoughts on “Recensione “La Bella e La Bestia”!

Add yours

      1. Allora te lo consiglio caldamente: il titolo del libro lo trovi cliccando sul link. Grazie per la risposta e per la piacevole chiacchierata! 🙂

        Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: