Gli stereotipi universitari

La famiglia, gli amici e i conoscenti molto spesso usano affibbiare stereotipi (il più  delle volte errati) a chi frequenta l’università.
Dal momento che la questione mi tocca in primo piano, ecco gli stereotipi più comuni divisi per facoltà!

download3

Facoltà di Ingegneria 
Non importa se sia Ingegneria Ambientale, Aeronautica oppure Civile. Per tutti sarai una mente numerica che vede il mondo attraverso una serie di numeri e che risolve i problemi più tosti. E come lo fa? Con una formula matematica! Preciso e che riesce ad organizzare la sua vita con un foglio Excel. Le donne molto spesso non usano il trucco, oppure si sparano direttamente un trucco preimpostato in viso.

classical_literature_Wallpaper_mtm4y-300x225

Facoltà di Lettere
Vieni guardato male a prescindere. È come se tu stia perdendo tempo dentro la facoltà, come se non ci fosse bisogno di frequentarla. “Quindi vorresti fare il professore?” Classica domanda che si fa a chi studia Lettere. Alcune volte si veste in maniera sconvolta, legge libri che non sono previsti nel suo percorso studi e si lamenta ogni secondo di ciò che sta apprendendo: ovvero che l’università italiana non prepara gli alunni. Questa è una classica frase detta da chi fa Lettere.

download-1

Facoltà di Medicina
Già nel momento in cui dichiari di voler intraprendere questo studio sei visto come un semi-dio. Tutti ti ammirano, cercano di essere gentili e di farti sentire a tuo agio. Sarai il loro medico da poter scroccare senza pagare, visite a tutte le ore. Passi il test? Medico a tutti gli effetti. Ti chiederanno consulto per qualsiasi cosa, anche se ancora ti devono iniziare i corsi. Vestito di tutto punto, con una camicia bianca che serve a dimostrare che quella è un’università che farà lavorare in futuro.

logo-1024x579

Facoltà di Filosofia 
E la domanda di rito, rivolta a tutti gli studenti è soltanto una: “Quindi hai intenzione di fare il filosofo da grande?“. Non c’è nessun’altra possibilità che si esca da questo circolo vizioso. Tutti vi faranno questa domanda e magicamente si ricomincerà ogni volta, a tutte le cene e i pranzi in famiglia. Generalmente lo studente di filosofia è intimorito dal dire cosa studia. Non che se ne vergogni, purtroppo è molto difficile far comprendere il campo di studi della filosofia a tutti i conoscenti. Soltanto i profondi di mente potranno comprendere che lo studente di Filosofia, generalmente gli vengono affibbiate idee di sinistra, si sta impegnando al pari di uno scienziato a scoprire alcune realtà di come va il mondo. Vestito con occhiali e kefiah buttata al collo, maglioni larghi e pantaloni stretti con Converse. Queste ultime molto vecchie.

download-11

Facoltà di Economia
Nonostante sia al primo esame, nonostante non abbia ancora iniziato le lezioni lo studente di Economia viene assalito da richieste di ogni tipo da parte di compagni e familiari. Ad esempio, se si è a cena fuori gli viene chiesto in quanto si deve steccare il conto. Ancora, se arriva qualche cartella di Equitalia con qualche sigla come Imu, Tasi, Tares, asdahsichjan, ojdjnu, ioppmugyas oppure qualsiasi altra cosa viene interpellato. Allo stesso modo però lo studente di Economia si sentirà immediatamente insignito della carica di grande economista mondiale. Inizierà a girare con copie de Il Sole 24 Ore sotto al braccio e a seguire tutte le notizie economiche in modo da farsi trovare sempre pronto, qualora dovesse esserci una crisi improvvisa e non riesca a dar via il suo vecchio Iphone su Ebay.

Law-1024x352

Facoltà di Giurisprudenza
La chiamano Sindrome di Giurisprudenza, coglie generalmente gli studenti che non riescono a dare neanche un esame. Si sentono lesi in ogni diritto. Qualsiasi cosa lo Stato faccia nei loro confronti è una lesione dei diritti. Non ci sono scuse: il Legislatore emana una legge a tutela di qualcuno, sicuramente sta violando e ledendo il diritto di altri. Multa per eccessiva velocità? Non era segnalato l’autovelox. Qualche vostro amico vi fa una semplice battuta? Lo minacciate di denuncia. Si veste tutto perfetto e già dal primo esame passato inizia a pensare alla sua statua alla Suprema Corte di Cassazione, magari togliendo quella di Cicerone che gli fa ombra.

57e3588522ac0.image_-300x182

Facoltà di Scienze Motorie
Il professore di Educazione Fisica. Lo stereotipo dello studente di Scienze Motorie veste generalmente con tuta (di marche come Givova, Legea, Macron e così via) e polo (se è estate) oppure con pezzo sopra della tuta se è inverno. Il tutto coronato da un bel piumino con una scritta scolorita di qualche squadra di categoria Z, con annesso sponsor. Al collo l’accessorio indispensabile è il fischietto, che utilizza per richiamare all’ordine quella mandria di ragazzini impazziti che allena durante il week-end. Un po’ come fanno gli addestratori dei cani con il loro fischietto ad ultrasuoni. Ad ogni festa, cena o qualsivoglia evento che richieda un certo tipo di abbigliamento verrà comunque vestito con la tuta. Tranne in rarissimi casi, dove potrà magari cambiarla con un jeans aderente e scarpe da ginnastica sotto.

E dunque amici cari, ecco terminato questo viaggio all’interno degli stereotipi delle varie facoltà, a presto!
La Volpe Spettinata.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: