Lo scandalo del Ministro Poletti.

L’attuale Ministro del Lavoro del Gov. Gentiloni, Giuliano Poletti, si è espresso nei giorni scorsi, usando queste delicatissime parole:

“Il rapporto di fiducia è un tema sempre più essenziale, si creano più opportunità a giocare a calcetto che a mandare in giro i curricula“.

…rivolgendosi agli studenti dell’Istituto Tecnico Professionale Manfredi-Tanari di Bologna.
Dopo lo scoppio delle polemiche il ministro ha provato a spiegare meglio il concetto l’indomani: “Critiche? È una stupidaggine sintetizzare in una riga due ore di dialogo con i ragazzi. Il calcetto, se volete, è la metafora della relazione sociale”.
Ma il Ministro Poletti, non è nuovo a frasi che automaticamente hanno il potere di generare scandalo; queste, infatti, sono le parole da lui pronunciate lo scorso 19 dicembre, durante un colloquio a Fano con i giornalisti:

“Bene così: se 100mila giovani sono andati via non vuol dire che qui siano rimasti 60 milioni di pistola. Quelli che se ne sono andati è bene che stiano dove sono, il Paese non soffrirà sicuramente nel non averli più tra i piedi”.

Oppure ecco come si è espresso durante la convention di VeronafiereJob&Orienta” del 26 novembre 2015:

“Prendere 110 e lode a 28 anni non serve a un fico, è meglio prendere 97 a 21.”

Ah, e logicamente questo spassionato “consiglio” (se di tale si può parlare) è stato dato dal Ministro che però ha ultimato i suoi studi soltanto una volta aver preso il diploma (da agrotecnico, ma questo non è influente).

 

Ebbene amici miei? Voi cosa ne pensate?
Trovo questo argomento a me particolarmente caro visto che tematiche come “laurea” o “lavoro” mi toccano molto da vicino, e in tutta sincerità sono schifato che il MINISTRO DEL LAVORO possa aver pronunciato frasi di questa gravità, passando impunito.

“Gli animali da fuori guardavano il maiale e poi l’uomo, poi l’uomo e ancora il maiale: ma era ormai impossibile dire chi era l’uno e chi l’altro.”
George Orwell

A presto amici cari…
La Volpe Spettinata. 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: