La serata dei David di Donatello 2017!

Ciao a tutti amici miei!
Nella serata di ieri, si è tenuta la 62ª edizione (erroneamente pubblicizzata come la 61ª, visto che non si tiene conto dell’edizione del 1955) dei David di Donatello, il più importante riconoscimento cinematografico a livello nazionale (una sorta di equivalente dell’Oscar Americano, per intenderci) e prima di andarvi ad elencare tutti i 27 premiati, vorrei offrirvi qualche piccola chicca/curiosità, insomma.

Il David di Donatello (premio) richiama il bronzeo David (o Mercurio, visti i calzari alati) di Donatello realizzato nel 1440, alto 158 cm ed è situo nel Museo Nazionale del Bargello, a Firenze.
Il film che ha ottenuto più riconoscimenti nella storia di questo premio, è stato “La Ragazza del Lago“, di Andrea Molaioli, nell’edizione del 2008, avendo totalizzato la bellezza di 10 David, mentre gli attori che singolarmente ne hanno ricevuti di più sono stati mostri sacri come Alberto Sordi, Vittorio Gassman e Margherita Buy, tutti e tre con 7 statuette a testa: delle vere e proprie leggende.

E dunque.
La serata si apre con un timido omaggio da parte del pubblico in sala a Gian Luigi Rondi Nasalli, presidente “onorario” dei David dal 25 novembre 2009, morto nel sonno il 22 settembre 2016.

“Le parole sono la scintilla che si trasforma in luce.”

Ed inizia la maratona non stop di ospiti, che senza riprender fiato presentano via via i candidati e i vincitori. Si comincia con:

  • Jasmine Trinca fa il suo ingresso in sala e presenta il Migliore Attore Non Protagonista. Vince Valerio Mastrandrea con “Fiore” (4 David vinti in carriera per lui e 9 candidature ricevute in totale)
  • Il David per la Miglior Attrice Non Protagonista viene presentato da Claudio Amendola e Luca Argentero che in modo vagamente maschilista, citano grandi donne come Stefania Sandrelli, Margherita Buy e Virna Lisi. Viene vinto da Antonia Truppo con “Indivisibili” (l’attrice ha vinto 2 David in carriera in 2 candidature ricevute)download (3)
  • Con uno sketch tiratissimo, Gabriele Muccino presenta la Miglior Sceneggiatura Originale (che viene vinta dal film “Indivisibili” grazie a Nicola Guaglianone, Barbara Petronio ed Edoardo De Angelis) e la Migliore Sceneggiatura Adattata, che viene vinta da “La Stoffa dei Sogni” (grazie a Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti e Salvatore De Mola).
  • Stella Egitto introduce il Premio Oscar Gabriella Pespucci in evidente stato confusionale (sarà l’età, 76 anni) e insieme presentano il Migliore Costumista, che va a Massimo Cantini Parrini, con “Indivisibili
  • Valentina Madovini e il Premio Oscar Alessandro Bertolazzi eleggono il Miglior Truccatore Luca Mazzoccoli con “Veloce Come il Vento“, al suo 1° David in carriera e il Miglior Acconciatore che va a Daniela tartari con “La pazza Gioia” (2 David per lei su 4 candidature ricevute in carriera) che non si spreca molto nel suo discorso di ringraziamento e dei canonici 45 secondi riservati ad ognuno, ne sfrutterà sì e no 5
  • Senza presentazione alcuna, PIF vince il Premio David giovani con “In Guerra per Amore“, al suo 2° David in carriera.
  • Direttamente da “Smetto Quando Voglio” Stefano fresi e Valerio Aprea premiano il Miglior Suono che va a “Veloce Come il Vento” (grazie a Angelo Bonanni, Diego De Santis, Mirko Perri e Michele Mazzucco)
  • Eleonora Giovanardi e David Lang (compositore della colonna sonora di “Youth – La Giovinezza”) presentano il Miglior Musicista che va ad Enzo Avitabile con “Indivisibili
  • Animali Notturni” vince il Miglior Film Straniero mentre “Io, Daniel Blake” vince il Miglior Film dell’Unione Europea

Dopo un’attesissima pausa pubblicitaria, un Manuel Agnelli leggermente (ma leggermente) stonato, si esibisce in una emozionante performance con un brano dei suoi Afterhours in ricordo di grandi personaggi dello spettacolo recentemente scomparsi come, tra gli altri, Bud Spencer, Anna Marchesini, Corrado Farina, Laura Troschel, Maria Pia Fusco, Franca Sozzani

  • Marco d’Amore e Valeria Milillo presentano il Migliore Scenografo che va a Tonino Zera con “La Pazza Gioia” (al suo 1° David in carriera su 4 candidature ricevute)
  • Un inopportuno Maccio Capatonda presenta il Miglior Montatore che viene vinto da Gianni Vezzosi, con “Veloci Come il Vento
  • I Migliori Effetti Digitali va all’ “Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network” con “Veloci come il Vento
  • Manuel Agnelli presenta la Migliore Canzone Originale che va ad “Abbi Pietà di Noi” (con musica e testi di Enzo Avitabile, interpretata da Enzo Avitabile, le gemelle Angela e Marianna Fontana) col film “Indivisibili

Viene introdotto Roberto Benigni con i più grandi successi della sua carriera, riassunti in poche battute: “La Vita è Bella” col classicissimo “buongiorno principessa!“, alcuni passi della Divina Commedia da lui recitati qualche anno fa e il momento in cui vinse il Premio Oscar nel 1999:

  • viene premiato dal presidente del David, Giuliano Montaldo, col David Speciale, alla carriera; ennesimo segnale che il pubblico fosse tra i più difficili, il fatto che neanche lui sia riuscito a far ridere la sala.download (4)
  • Gabriele Mainetti presenta il Miglior Regista Esordiente che va a Marco Danieli, con “La Ragazza del Mondo
  • Il premio 3 Future Award va a “Il Più Grande Sogno” di Michele Vannucci
  • Eva Riccobono introduce Duccio Patanè e insieme presentano il Miglior Autore della Fotografia, che va a Michele D’Attanasio, con “Veloce come il Vento
  • Niente pòpò di meno che Giuseppe Tornatore presenta il Miglior Regista, che viene vinto da Paolo Virzì (al suo 3° David in 5 candidature totali in carriera) con “La Pazza Gioia
  • Il Miglior Cortometraggio viene vinto da Mario Piredda con “A casa mia
  • Il Miglior Documentario viene vinto da Volfango De Biasi con “Crazy for Football
  • Il David per il Miglior Produttore va a Attilio De Razza e Pierpaolo Verga con “Indivisibili
  • Kasia Smutniak presenta il premio per il Miglior Attore Protagonista che va a Stefano Accorsi con “Veloce Come il Vento” (al suo 2° David su 6 candidature totali in carriera)download (2)
  • Claudio Santamaria introduce Monica Vitti e insieme presentano il David alla Migliore Attrice Protagonista che viene vinto da Valeria Bruni Tedeschi (al suo 4° David su 5 candidature in carriera, un usato garantito praticamente) con “La Pazza Gioiadownload (1)
  • Carlo Verdone presenta il Miglior Film, che va a “La Pazza Gioia“, di Paolo Virzì.david-slide-1

    In conclusione, ecco il bilancio finale: comandano questa speciale classifica con 6 David di DonatelloIndivisibili” e “Veloci Come il Vento” mentre “La Pazza Gioia” segue con 5; si fermano invece a 1 DavidLa Stoffa dei Sogni“, “In Guerra per Amore“, “Fiore“, “La Ragazza del Mondo“, “Io, Daniel Blake“, “Animali Notturni“, “Crazy for Football” e “A Casa Mia“.

    Bene! Spero questo articolo vi sia piaciuto.. A presto!
    La Volpe Spettinata.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: